Il progetto realizzato presso “Centro Socio-educativo di Via Vittime di Via Fani” nasce in seguito alla coinvolgente esperienza dei giochi estivi “C’è di +. Diventiamo grandi insieme” vissuta nell’estate 2010 dai giovani delle nostre parrocchie in collaborazione con i Servizi Sociali Comunali della Città e formalizzata da una convenzione tra il Comune di Acquaviva delle Fonti e la Parrocchia S. Eustachio.

Il Centro è uno spazio aperto e profondamente inserito all’interno delle dinamiche quotidiane della nostra parrocchia, del nostro contesto territoriale e cittadino. Si pone all’attenzione della comunità come ambito privilegiato per la pratica e lo sviluppo dell’educazione alla legalità ed alla cittadinanza attiva. E’ accanto alle famiglie per la promozione di strategie di intervento mirate a sostenere ogni suo singolo componente.

Il Centro si propone, attraverso l’impegno di operatori qualificati e di volontari, di offrire un sostegno alle famiglie che costituiscono una risorsa fondamentale per il Centro stesso.

In primo luogo è indispensabile collaborare, infatti il lavoro educativo con i minori non sarebbe realizzabile senza la partecipazione attiva dei genitori e delle figure parentali che si impegnano per un obiettivo comune.

Inoltre, le reti naturali dei ragazzi sono parte integrante dei loro riferimenti di significato e, come tali, non possono essere estromesse dalle dinamiche di intervento educativo.

Operando sul territorio utilizzando una “logica di rete”, il Centro interagisce con tutte quelle agenzie educative (Scuola, Servizi Sociali Comunali, Servizi Sanitari Locali, Associazioni) che possono avere un ruolo determinante nella formazione, nella crescita autonoma e responsabile dei ragazzi.

Il Centro si impegna, attraverso il lavoro dell’equipe, ad offrire a bambini, a ragazzi e alle loro famiglie:

  • uno spazio di accoglienza calda ed attivante;
  • un percorso di supporto per la crescita e lo sviluppo delle potenzialità personali e collettive;
  • un processo di socializzazione ed integrazione sociale.

Attualmente nel Centro si realizzano le seguenti attività:

  • sostegno scolastico;
  • attività di laboratorio e ludico-espressive;
  • formazione religiosa (a cura dell’Azione Cattolica);
  • laboratori artistici;
  • cineforum, accoglienza e supporto alle famiglie;
  • sostegno alla genitorialità;
  • percorsi di formazione per genitori ed educatori

Le attività sono svolte attraverso l’interazione tra educatori specializzati e i volontari dell’Azione Cattolica e della Caritas.

Le attività del Centro sono aperte a tutte le famiglie della città e dei paesi limitrofi in modo da favorire una piena e totale integrazione e socializzazioni tra le parti. Alle attività possono accedere tutti i ragazzi dai 6 ai 18 anni, senza distinzione di sesso, etnia, religione e situazioni di disabilità psico-fisica.

Il Centro è aperto ai ragazzi tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 15,00 alle ore 18,30.

Il mercoledì dalle 18.30 alle 22.00 (per attività di formazione per gli adulti, gli adolescenti e i giovani).

Francesco Morgese