Diario di bordo: nono giorno

Domenica 30 settembre

Siamo giunti all’ultimo giorno della missione dei giovani e all’apertura del congresso eucaristico diocesano che si è tenuta oggi pomeriggio a Gravina.

È quindi giornata di bilanci, di racconti, di saluti, di abbracci e di ringraziamenti e anche di festeggiamenti (uno dei seminaristi, Alessio, ha festeggiato con noi i suoi 25 anni).

I seminaristi hanno salutato la nostra comunità parrocchiale durante la S. Messa delle ore 11,30 in Cattedrale. Anche la comunità, attraverso le parole di don Mimmo ha ringraziato i seminaristi per la bellezza di questa missione, settimana di confronto, di formazione e di gioia. È stato importante per noi iniziare questo nuovo anno associativo con questa esperienza forte di incontro.

È anche tempo di ringraziare, chi ci ha dato la possibilità di incontrare questi giovani seminaristi attraverso la missione, don Mimmo e don Antonio che hanno fortemente voluto che i seminaristi vivessero a pieno la nostra comunità e che si confrontassero con ogni gruppo presente in parrocchia, alle famiglie che hanno aperto le loro case ai seminaristi e che senza esitazione hanno risposto subito “si” alle mie richieste di disponibilità.

Il nostro impegno viene ripagato con questo sms che un seminarista mi ha mandato: “ stiamo ritornando a Molfetta … siamo venuti con tanto timore per quello che dovevamo incontrare e ce ne andiamo arricchiti dai vostri volti e dai vostri sorrisi. Mimmo (si riferisce al seminarista che viene in pastorale da noi il sabato e la domenica) è veramente fortunato a incontrarvi ogni fine settimana … a presto”.

Credo che tutta la nostra comunità possa ricambiare questi sentimenti, anche noi, siamo stati fortunati ad incontrare sette giovani seminaristi impegnati, sorridenti, allegri e ricchi di fede.

Ora è tempo di mettersi a lavoro; inizia un nuovo intenso anno di vita parrocchiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.