Concorso “Adotta un diritto”

COMUNICATO STAMPA

ASSEGNATA LA BORSA DI STUDIO MARINA SINIGAGLIA 2013

Primi classificati_1Con “Dream-Dagli abbracci spezzati ad un mondo libero e giusto” Fausto Iacoviello, Ilenia Abbruzzese e Giuseppe Estivo dell’ Iiss E.Battaglini di Venosa hanno vinto il quarto Concorso nazionale riservato agli studenti dell’ultimo anno degli Istituti Statali di

Istruzione Superiore di II grado sul tema: “Adotta un diritto” per l’assegnazione della Borsa di Studio Marina Sinigaglia 2013.Hanno partecipato al bando 67 Istituti di ogni parte d’Italia con un numero complessivo di 114 studenti, che hanno utilizzato strumenti diversi per evidenziare carenze, sviluppare riflessioni e fare provocazioni. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione per testimoniare e continuare l’impegno sociale e culturale di

Marina Sinigaglia, precocemente scomparsa, mirava a sensibilizzare gli studenti sul tema dei diritti umani universalmente dichiarati e riconosciuti, ma negati o violati nella pratica della vita quotidiana. Originale nell’esposizione, approfondito ed efficace nel messaggio e nei suggerimenti il lavoro di gruppo dei tre studenti del “Battaglini” che denunciano : “”Siamo andati alla ricerca dei “perdenti” della globalizzazione e vi abbiamo trovato noi

stessi! Abbiamo cercato “l’uguaglianza delle opportunità” senza, tuttavia, vederne l’ombra”. L’apposita Commissione insediata dalla Fondazione “Marina Sinigaglia ha ritenuto di grande efficacia comunicativa l’elaborato, molto belle immagini e poesia; il filmato interessante e molto efficace; il testo ben scritto, ricco di spunti, di osservazioni, di denunce, di proposte sull’art.28 “diritto ad un mondo libero e giusto”. Al secondo posto

Jonatas Fraolini del Liceo Scientifico e Artistico “G.Marconi” di Foligno (Pg) con “ Non siete stato voi – Sono stato io!”.”Sono Stato sarò Stato Io -dichiara il giovane Jonatas- assumendomi ogni responsabilità, denunciando i soprusi e le disuguaglianze, impegnandomi per un mondo diverso, semplicemente più umano”. Il suo è un video di denuncia dei diritti negati tra i quali disoccupazione, ingiustizia sociale, guerra, morte di

immigrati La Commissione lo ha ritenuto originale nell’esposizione e incisivo nella costruzione del messaggio, che parte dall’analisi dell’esperienza personale e sollecita l’impegno per l’affermazione e la concretizzazione dei diritti umani. Al terso posto Gabriella Guidano, Roberta De Paola e Alfredo Rovito del liceo “Vanini” di Casarano (Le) con “Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni’ , che

contiene riflessioni sul : Diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona, partendo da una esperienza attuale, come quella dell’ Ilva di Taranto, per dimostrare che l’adozione di un diritto è vicino a noi, accanto a noi, dentro di noi. La

Commissione ha assegnato una Menzione Speciale a Sara Ronzano, dell’Iiss C.D’Erico” di Palazzo S.G. per “Un fiore da coltivare” giudicato interessante per gli spunti di approfondimento di carattere storico – sociale sulla emancipazione femminile, attraverso

una linea del tempo delle conquiste delle donne. I vincitori della Borsa di Studio sono stati nominati “Ambasciatori dei Diritti Umani” dalla Associazione Naz.le per i Diritti Umani e la Tolleranza,con sede in Monza, che ha sponsorizzato l’ iniziativa. La qualità dei lavori

prodotti sul tema proposto e il costante aumento degli Istituti partecipanti, provenienti da ogni parte d’Italia, dimostra il successo della iniziativa promossa dalla Fondazione “Marina Sinigaglia” arrivata quest’anno alla IV edizione. “Siamo partiti affrontando i problemi della immigrazione, poi quelli dei disturbi dei comportamenti alimentari, e, nella passata edizione, di droga, alcol bullismo- ha ricordato Nicola Serini nel corso della

cerimonia di premiazione, svoltasi nella Sala Consiliare del Comune di Melfi-Ogni volta cerchiamo di lasciare una traccia per dimostrare che ci siamo e che volgiamo continuare a frequentarci per impegnarci insieme a migliorare la nostra società”. Prima della premiazione, è stata sviluppata una riflessione a più voci nel corso del convegno sui “Diritti Umani”, tenutosi nell’Aula magna del Liceo Scientifico “Federico II” di Melfi.

Professionisti ed esperti diversi provenienti da agenzie diverse si sono confrontati su problematiche complesse, il più elle volte ritenute estranee alla nostra realtà quotidiana. I lavori e i contributi emersi dai lavori hanno sottolineato che ogni persona è responsabile

dei diritti negati e che per promuovere il cambiamento possibile è necessario il coinvolgimento personale di ognuno. E la Fondazione intende continuare a svolgere un ruolo di primo piano nel promuovere il cambiamento e nel favorire la partecipazione dei

cittadini ai processi di miglioramento della qualità della vita.

IL RESPONSABILE UFFICIO STAMPA

Giuseppe ORLANDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.