“Che cosa cercate?”: presentato il nuovo Anno Pastorale

Si è svolta lunedì 10 settembre, presso l’Oratorio della Parrocchia di S. Domenico, l’assemblea cittadina pastorale tenuta da S.E. Mons. Mario Paciello.

Il Vescovo assieme a Don Mimmo Giannuzzi e Don Alessandro Amapani hanno presentato il nuovo anno pastorale e le prossime iniziative diocesane.

L’assemblea si è aperta con la declaratio di un giovane seminarista, Michele Lorusso, che sabato 15 settembre prossimo sarà ordinato Diacono presso il Santuario della Madonna del Buon Cammino in Altamura e presterà il suo servizio presso la Parrocchia di S. M. Maggiore ad Acquaviva.

Don Mimmo Giannuzzi, Vicario per la Pastorale, ha tracciato le linee guida per il nuovo anno pastorale 2012-2013. Il tema biblico di fondo sarà “Che cosa cercate?” (Gv 1,38) accompagnato dall’atteggiamento della speranza.

Tutto ciò avviene dopo che la Diocesi ha vissuto importanti appuntamenti, come il Sinodo Diocesano e il Congresso Eucaristico.

L’anno della Fede, indetto dal Papa, ci rivolge una domanda: “Come possiamo tradurre l’anno della fede nella nostra Diocesi?”.

Tre le priorità e i punti di forza individuati dal Vescovo per l’intera Diocesi: formazione-evangelizzazione-comunione.

Un appuntamento importante per la Diocesi sarà il prossimo 1° dicembre quando, durante i Primi vespri d’Avvento, si consegnerà il “Simbolo Apostolico” con i quaderni del Sinodo che riportano le catechesi del Vescovo.

Numerosissime le attività che vivremo nel prossimo anno Pastorale tra cui le “Domeniche di formazione” rivolte ad educatori, animatori e catechisti assieme per un percorso di formazione. Appuntamenti anche per i giovani (25 aprile festa dei giovani, 24-28 luglio Campo scuola diocesano e ritiri durante l’anno); programmati appuntamenti anche per famiglie, fidanzati, presbiteri e diaconi.

Successivamente la parola è passata a Don Alessandro Amapani,segretario generale del Congresso Eucaristico, il quale ha presentato la Missione diocesana dei giovani e ha consegnato il “Vademecum del congressista” .

Circa 100 giovani seminaristi del Seminario Regionale di Molfetta saranno ospiti della nostra Diocesi dal 22 al 30 settembre, suddivisi all’interno delle varie comunità. Al mattino visiteranno gli istituti scolastici accompagnati dai docenti di religione, mentre nel pomeriggio conosceranno meglio le comunità e le realtà parrocchiali. Le serate saranno animate dai giovani e giovanissimi, all’insegna della spiritualità ma anche della festa.

Al termine di questa missione, domenica 30 settembre si aprirà ufficialmente il Congresso Eucaristico Diocesano con una solenne celebrazione presieduta dal nostro Vescovo a Gravina.

Ogni giorno la Diocesi avrà una città dove si svolgeranno tutte le attività serali. Conferenze, celebrazioni e cineforum si susseguiranno durante la settimana, alla presenza di illustri personaggi del mondo cattolico come Mons. Domenico Sigalini, Padre Ermes Ronchi, Mons. Piero Marini, Card. Angelo Comastri e altri relatori.

Acquaviva, in particolare, vivrà giovedì 4 ottobre un’ importante celebrazione diocesana presieduta da Mons. Piero Marini, già cerimoniere di Papa Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Al termine della funzione ci sarà una solenne processione Eucaristica lungo l’Estramurale S. Pietro.

Il congresso si concluderà Sabato 6 ottobre con una celebrazione presieduta da Card. Comastri, Vicario Generale del Santo Padre, in Altamura.

Questi due appuntamenti ci proietteranno verso l’Anno della Fede, già indetto da Papa Benedetto XVI, in occasione del cinquantesimo anniversario dell’inizio del Concilio VaticanoII.

Un tempo di riflessione sulla relazione tra l’ Eucarestia e gli ambiti di vita dell’uomo. E’ questo il periodo intenso che ci prepariamo a vivere nelle prossime settimane e in tutto il prossimo anno pastorale con la certezza di uscire ricchi nella formazione e nello spirito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.