15 agosto Solennità dell’Assunzione

gloria4wIl 15 agosto la Chiesa celebra la solennità dell’Assunzione al cielo della Beata Vergine Maria, tale festività affonda le sue radici nella più antica tradizione cristiana e si fonde anche con  le consuetudini pagane del primo periodo imperiale romano. Non è un caso la scelta di  fare memoria di tale straordinario evento proprio il 15 agosto, tradizionalmente denominato “Ferragosto” e giorno vacanziero per eccellenza: il termine “Ferragosto” deriva dal latino “Feriae Augusti”, che tradotto significa “riposo di Augusto”, tale festività venne istituita da Augusto nel 18 a.C. e comprendeva diversi riti tra i quali uno in onore della dea Diana, dea della caccia, che veniva celebrato il 13 agosto. Con l’affermarsi del Cristianesimo nell’Impero Romano molte feste pagane vennero “cristianizzate” e tra queste era compreso anche il “Ferragosto”.

 

L’Assunzione è celebrata anche nella Chiesa ortodossa, in oriente però a tale solennità è stato dato il nome di “Dormizione della Beata Vergine Maria”, il termine “Dormizione” implica che Maria, prima di essere assunta in cielo, abbia fatto esperienza della morte corporale.

 L’episodio dell’Assunzione non è citato nelle Sacre Scritture, Maria compare per l’ultima volta dopo l’ascensione, insieme con gli apostoli (At 1,14).  La narrazione del suo “transito” dalla terra al cielo è affidata a testi, non rientranti nel Canon S. Scritture, che fanno parte della tradizione della Chiesa stessa.

Lo schema di base dei diversi testi è il seguente: dopo l’Ascensione di Gesù, a Maria, che vive ormai a Gerusalemme, viene annunciata da un angelo la sua morte alla quale comincia a prepararsi spiritualmente. Riceve la visita degli apostoli, trasportati a Gerusalemme dai luoghi in cui si trovano per evangelizzare. Dopo la morte l’anima di Maria viene portata in cielo da Gesù, mentre il suo corpo viene sepolto.

Dopo il terzo giorno anche il corpo viene portato in cielo dove si ricongiunge con la sua anima. Nei diversi testi ci sono delle varianti narrative, lo scopo di questi racconti non è quello di fornire indicazioni storiche sulla vita di Maria, ma è indicare Maria come modello di credente in grado di superare la paura della mote con la fiducia di Cristo.

 

Nonostante l’Assunzione fosse già celebrata in Occidente dall’ VIII secolo, il dogma è stato proclamato solo nel 1950 da papa Pio XII, nella  costituzione apostolica “Munificentissums Deus” con tali parole: 

“Pertanto, dopo avere innalzato ancora a Dio supplici istanze, e avere invocato la luce dello Spirito di Verità, a gloria di Dio onnipotente, che ha riversato in Maria vergine la sua speciale benevolenza a onore del suo Figlio, Re immortale dei secoli e vincitore del peccato e della morte, a maggior gloria della sua augusta Madre e a gioia ed esultanza di tutta la chiesa, per l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei santi apostoli Pietro e Paolo e Nostra, pronunziamo, dichiariamo e definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo. Perciò, se alcuno, che Dio non voglia, osasse negare o porre in dubbio volontariamente ciò che da Noi è stato definito, sappia che è venuto meno alla fede divina e cattolica.”

Gianfranco Giorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.