Il Consiglio affari economici è un organismo che si occupa di coadiuvare il Parroco nelle scelte gestionali ed amministrative della vita comunitaria.

Così come per il Consiglio Pastorale Parrocchiale, la presenza del CPAE in ogni Parrocchia è obbligatoria e sancita dal Codice di Diritto Canonico.

Il consiglio deve:  “ordinare il culto divino, provvedere ad un onesto sostentamento del clero e degli altri ministri, esercitare opere di apostolato sacro e di carità, specialmente a servizio dei poveri” (Codice di Diritto Canonico Can. 1254)

Le  assemblee vengono fissate dal Presidente (il Parroco) che determina l’ordine del giorno e nell’ambito dei consiglieri nomina il segretario.

Il consiglio si adopererà per esprimere il proprio parere circa alcuni atti amministrativi e  documenti di amministrazione straordinaria. Verificherà anche gli obblighi fiscali della Parrocchia e annualmente sarà approvato il rendiconto. Verranno costantemente monitorate le spese correnti e quelle straordinarie con previsioni di spesa.

” È riconosciuta ai singoli istituti una giusta autonomia di vita, specialmente di governo, mediante la quale abbiano nella Chiesa una propria disciplina e possano conservare integro il proprio patrimonio” (Can. 586)